Storie

Che cos’è l’intelligenza? Ha qualcosa a che fare con l’intuito, il ragionamento, la flessibilità? Con la curiosità, l’immaginazione? La pianificazione e la risoluzione dei problemi? Forse ne esistono diversi tipi, di intelligenza. ("Al di là delle parole", Carl Safina, Adelphi, 2018)

La scimmia curiosa e altri animali

Questa settimana è uscita in Italia la traduzione di un volume di ricordi di Desmond Morris, uno dei più grandi zoologi e divulgatori scientifici di sempre. Non esattamente un’autobiografia, ma quanto di più simile ad essa forse poteva produrre un personaggio multiforme e anomalo come Morris.

Ci troviamo al Bar della Scienza?

Caffè Scientifico, Apertivo con la Scienza, Caffé-Scienza e tanti altri nomi indicano una pratica che da alcuni decenni è pratica diffusa, affermata, e consolidata in tutto il mondo. Ma non sempre è chiaro di che cosa si tratta, e paradossalmente in Italia è considerata una faccenda di elite mentre i suoi obiettivi sono opposti.

Ernesto reloaded

Un’intera nazione non può certo coincidere con il proprio luogo comune, ma del suo stereotipo è quasi sempre complice. È complice se non fa nulla per modificarlo. Nell’opinione comune, questo paese – la Costa Rica – da un lato viene inserita tra i più attenti alle tematiche ambientali ed è tra i luoghi con la più alta qualità della vita, dall’altro è un paese latino, con la diretta conseguenze in termini di indolenza, telenovelas e maschilismo.

Repellente al limone

E' stato osservato che alcuni animali utilizzano dei vegetali come repellente contro gli insetti. In Costa Rica, ad esempio, i Cebi capuccini (Cebus capucinus) si strofinano frutti e foglie di agrumi sulla pelliccia. Sembra che questo comportamento venga trasmesso culturalmente all'interno dei gruppi sociali.

Quelli che salveranno il mondo

Stiamo rientrando da tre giorni trascorsi in un luogo della Costa Rica dove non eravamo mai stati ma che da anni volevamo conoscere. Un posto remoto dove si arriva dopo aver fatto mezz’ora in barca, un’ora di fuoristrada, e per finire un’altra oretta a piedi lungo la costa del Pacifico. Niente copertura telefonica, niente internet, wifi, satellite. Nada. Lì ci aspettava Jim Córdoba-Alfaro, un amico di Ernesto, che dal Bosque Nuevo aveva annunciato il nostro arrivo.

Nuove passioni e nuovi amici

Due mesi orsono Francesco è stato in Costa Rica con una delegazione dal Parco Natura Viva. Li ha accompagnati a conoscere alcune della meraviglie naturali di questo piccolo grande paese, di cui ormai da alcuni anni siamo informali ambasciatori.

Everybody loves Ernesto

Eccoci al punto. Vi devo raccontare le ragioni per cui siamo venuti fino a quaggiù (a prescindere dal fatto che probabilmente non occorre un motivo preciso, per venire in Costa Rica, dal momento che è il paese in cui quelli che si entusiasmano a ogni larva di imenottero e ogni deiezione di tapiro vorrebbero vivere).

Ripari dagli uragani

Venerdì 8 dicembre l’uragano Otto ha attraversato il nord della Costa Rica, dalla costa atlantica verso il Pacifico. Me l’hanno spiegato, ma confesso che non ho capito il motivo per cui nella Costa Rica questo è un evento raro, nonostante la maggior parte dei paesi della regione siano continuamente spazzati dagli uragani (qui l’ultimo è stato nel 1996).

Altrove naturale

Siamo venuti nella Costa Rica per definire i dettagli tecnici e amministrativi necessari per dare ufficialmente inizio a un progetto di conservazione della foresta originaria cui stiamo lavorando da tempo (ve ne parlerò meglio nei prossimi giorni).

Rimedi per il cambio di stagione

La mia forza di volontà non è certo incrollabile, e immancabilmente i piccoli buoni propositi per la fine dell'anno e l'inizio del nuovo vengono purtroppo disattesi. Il più classico degli obiettivi falliti, considerando anche il periodo festivo che stiamo attraversando, è legato al limitare gli eccessi alimentari. Magari lo sfrenato desiderio di cioccolata calda con panna che sento in questo momento è legato ad un'inconscia necessità di aumentare lo strato lipidico di riserva per affrontare questi lunghi mesi freddi che ci attendono.

Farfalle di vetro

Nel sottobosco delle foreste pluviali dell'America tropicale vivono le farfalle di vetro. Sono le specie più delicate, con esili ali trasparenti, invisibili nella penombra della fitta giungla. La trasparenza è dovuta alla mancanza delle scaglie sulle membrane alari, la nota "polverina" che, come queste specie dimostrano, non serve a volare come comunemente si crede.

Non ci sono più le farfalle di una volta...

Da quando Farfalle nella Testa ha aperto Naturama, dove è ospitata la mostra “Petali e Farfalle, l’arte della seduzione”, mi capita sempre più spesso di leggere articoli inerenti l’impollinazione in genere e gli animali impollinatori in particolare.